Domande Frequenti (FAQ)
Search Filter
Prodotti



Domande piu visitate su Tutti i prodotti
Per acquistare un aggiornamento cartografico per il proprio navigatore SENZA PERDERE la propria funzione APRS, è necessario eseguire l'acquisto del file cartografico aggiornato direttamene da Geosat Suite - opzione "Aggiornamento Mappa", selezionando l'opzione "compra un aggiornamento" ( come mostrato in figura ).
 
                                                               
 
Questa procedura permetterà di andare a sostituire il vecchio file cartografico e la vecchia licenza con quelli nuovi appena acquistati, mantenendo la funzione APRS all'interno della scheda e mantenendo quindi intatte le funzioni del proprio navigatore.
 
IMPORTANTE: Selezionando invece "compra una nuova mappa" ( vedi immagine ) , verrà inviata una nuova scheda, da inserire all'interno del navigatore al posto di quella già in proprio possesso.
 
 
                                                                  
 
 
La nuova scheda acquistata NON POSSIEDE il certificato APRS, iinserendola all'interno del navigatore le funzioni funz non saranno quindi disponibili. Reinserendo invece la scheda originale le funzioni APRS saranno nuovamente disponibili. 
 
Per acquistare un aggiornamento cartografico per il proprio navigatore SENZA PERDERE la propria funzione CAMP, è necessario eseguire l'acquisto del file cartografico aggiornato direttamene da Geosat Suite - opzione "Aggiornamento Mappa", selezionando l'opzione "compra un aggiornamento" ( come mostrato in figura ).
 
                                                               
 
Questa procedura permetterà di andare a sostituire il vecchio file cartografico e la vecchia licenza con quelli nuovi appena acquistati, mantenendo la funzione CAMP all'interno della scheda e mantenendo quindi intatte le funzioni del proprio navigatore.
 
IMPORTANTE: Selezionando invece "compra una nuova mappa" ( vedi immagine ) , verrà inviata una nuova scheda, da inserire all'interno del navigatore al posto di quella già in proprio possesso.
 
 
                                                                  
 
 
La nuova scheda acquistata NON POSSIEDE il certificato CAMP, iinserendola all'interno del navigatore le funzioni funz non saranno quindi disponibili. Reinserendo invece la scheda originale le funzioni CAMP saranno nuovamente disponibili. 
Geosat 6 APRS è dotato di interfaccia bi-direzionale APRS RS-232 APRS compatibile con tutti modelli di ricetrasmittenti APRS Kenwood amateur e con i TNC (Terminal Node Controllers) che supportano il formato NMEA.
 
Attualmente le ricetrasmittenti APRS Kenwood includono:
 
TH-D7A/E
TM-D700A/E
TM-D710A/E
TH-D72A/E
 
Le potenzialità di Geosat 6 APRS vengono sfruttate a pieno se il TNC supporta lo stesso formato della stringa Kenwood: ad esempio leggendo questa stringa si possono visualizzare le icone standard APRS, e in modalità tactical le informazioni dei contatti APRS 
in movimento come direzione, velocità, Lat-Lon, altitudine, e il time stamp necessario per il filtro contatti. 
 
SE il TNC della radio non supporta la stringa Kenwood, sarà comunque possibile distinguere tra contatti fissi (icona blu circolare) e in movimento (icona rossa triangolare)
 
 
 
                          
1. Configurazione della Ricetrasmittente
 
Inserire il proprio call sign
BAUD Rate=9600
Waypoint=Tutti
Waypoint size=9 char
Beacon method = Smartbeaconing (se il proprio dispositivo lo supporta)
Waypoint output=ALL
Se si utilizza una radio Kenwood TH-D72, spegnere il GPS interno
 
 
2. Configurazione del proprio Geosat 6 APRS
 
Geosat 6 APRS è impostato di default su interfaccia con BAUD rate 9600. Se la propria ricetrasmittente supporta un BAUD rate 4800 è possibile
modificare questa impostazione nella schermata opzioni APRS del Geosat 6 APRS ( vedere Capitolo VIII del manuale utente ). 
Toccare il bottone Opzioni nel menu APRS, tocca Porta Seriale e scegliere l’opzione desiderata. 
 
 
3. Connessione tra Geosat 6 APRS e Radio Kenwood
 
Geosat 6 APRS è dotato di cavo APRS (cavo AvMap): collegare il connettore tripolare (quello con due cerchi neri) nella presa da 2.5 mm della tua radio radio o TNC (Terminal Mode Controller).  Il connettore quadri polare (quello con tre anelli neri ) va inserito nella prima presa da 2.5 mm I/O in alto sul lato destro del Geosat 6 APRS ( vedi immagine )
 
 
                                                                     
 
 
Assicurarsi che i connettori siano inseriti fino in fondo. Le istruzioni di setup dettagliate per ogni singolo modello sono riportate nell’Appendice del manuale utente.
 
PRIMA ACCENSIONE SU STAFFA A VENTOSA
 
1.Posizionare la staffa fissando la ventosa al parabrezza in un punto che non ostruisca la visuale del conducente e che non favorisca distrazioni durante la consultazione del navigatore.
 
2. Alimentare la staffa tramite il cavo in dotazione, inserendo l’altro capo del cavo nella presa accendisigari dell’auto (vedi illustrazione).
 
 
                                                              
 
ATTENZIONE: in auto, il navigatore si alimenta esclusivamente collegando il cavo alla staffa! NON COLLEGARE IL CAVO AL NAVIGATORE.
 
3. Prima di agganciare il navigatore alla staffa posizionare su ON l’interruttore principale utilizzando ad esempio la punta di una penna (vedi disegno).
 
                                                                                 
                                                      
                                                
 
Per le successive accensioni non sarà più necessario agire su questo interruttore, ma si potrà utilizzare il tasto accensione sul lato.
 
4. Agganciare il navigatore semplicemente avvicinandolo alla staffa magnetica, con il retro rivolto alla staffa. I magneti e le guide, 
appositamente studiati per un aggancio rapido e sicuro, permetteranno di fissare il navigatore senza eseguire nessuna manovra particolare.  Adesso il navigatore è alimentato. 
 
5. Se il navigatore è spento, accenderlo tenendo premuto il tasto di accensione.
 
6. Orientare il navigatore in verticale o orizzontale secondo le proprie esigenze per scegliere il punto di vista migliore.
 
 
PRIMA ACCENSIONE SU STAFFA INTEGRATA  A VETTURA
 
Per i modelli semi integrati in auto, consultare la mini guida di installazione in auto per la prima 
accensione. I navigatori semi integrati hanno in dotazione anche la staffa a ventosa. Se utilizzati con la staffa a ventosa 
non saranno disponibili alcune funzioni:
 
• Non sarà attivo il controllo iPod
• Non sarà possibile interfacciare l’audio del navigatore con le casse dello stereo della vettura.
 

 

E' possibile sia importare i propri dati (mark e tracce) da PC a navigatore che esportarli da navigatore a PC.
( Questa procedura non è eseguibile con sistema operativo MAC OSX e Linux )
 
E' possibile importare file contatti in formato .GPX e tracce in formato .PLT.
I file dei contatti vengono esportati in formato GPX, mentre le tracce in formato .PLT.
 
( queste procedure riguardano l'esportazione dei file Contatti, per quanto riguarda le tracce
la procedura è la stessa ).
 
ESPORTAZIONE 
 
Prima di poterli esportare è necessario che salvare i nostri marks e tracce in Gestione File.
 
Procedura:
Dopo che un mark/contatto e’ stato memorizzato accedere a pagina 3 di 4 del menu principale e
selezionare Salva Contatti ( questa procedura salvera’ tutti i mark ) e Salva Traccia ( questa
procedura salvera’ tutte le tracce )
 
Per poterli quindi trasferire sul PC è necessario utilizzare il GSUpdate, il tool gratuito messo a disposizione di AvMap
per eseguire aggiornamento software, importazione/esportazione dati, gestire Punti di Interesse etc.
 
( Qualora non si disponga ancora di questo tool seguire prima le istruzioni riportate in questo video-tutorial
http://avmap.it/index.php?swt=0303&cat=&ipr=260&fsrch=&fqid=605#605 )
 
Collegare il Geosat al PC ( Geosat spento e non collegatoal cavo di alimentazione ) ed avviare il GSUpdate.
Nel GSUpdate selezionare "Gestione Contatti" , selezionare i contatti nella finestra di destra ( contenuto SD ),
cliccare sul pulsante con la freccia blu in basso e selezionare quindi la cartella nella quale si intende salvare il file 
contente i nostri contatti.
 
 
 
 
 
 
 
                                                        
 
IL FILE ESPORTATO AVRA' ESTENSIONE .GPX E CONTERRA' TUTTI I MARKS SALVATI ALL'INTERNO 
DEL PROPRIO NAVIGATORE.
 
IMPORTAZIONE
 
E' possibile importare file in formato GPX. Si consiglia di eseguire l'importazione di un singolo file contenente tutti i 
contatti che si intende importare.
ATTENZIONE: il file importato andrà a sovrascrivere tutti i contattti già presenti all'interno del navigatore.
 
Collegare il Geosat al PC ( Geosat spento e non collegatoal cavo di alimentazione ) ed avviare il GSUpdate.
Nel GSUpdate selezionare "Gestione Contatti" , cliccare sull'icona della cartella con segno "+" verde sovrapposto.
 
Selezionare dal proprio PC il file che si intende importare.
Cliccare quindi su "Apri" per attivare l'icona di trasferimento (scheda SD con freccia blu sovrapposta)
Cliccare su tale icona per importare il file.
 
 
 
 
                                                 
 
 
Chiudere GSUPdate e scollegare il navigatore. Per attivare i files appena importati è necessario accedere a Gestione Files 
e caricarli.
 
 
 
 

Accenda il navigatore e accedea a pagina 3 di 4 del menu principale, clicchi su Gestione File  e

selezionare Salva Contatti ( questa procedura salvera’ tutti i mark )

PROCEDURA:

- acceda al nostro sito www.avmap.it , sezione

Assistenza -Downloads - selezioni il Geosat 5corrispondente al suo modello specifico e scarichi

l’ultima versione disponbile per il GSUpdate ( è un file compresso e deve essere estratto )

Questa è l’applicazione che permette sia di aggiornare il software, sia di ripristinare ed inserire

diversi linguaggi, inserire POI e gestire Tracce e Contatti.

( Sia per aggiornare il software, inserire i POI etc, è possibile trovare tutte le istruzioni dettagliate

sulle FAQ del nostro sito ).

-          colleghi il navigatore spento e non alimentato al pc, usando un’entrata USB posteriore del pc

-          apra l’applicazione GSUpdate

-          clicchi su GESTIONE CONTATTI

-          nella parte destra della schermata del programmino troverà il contenuto della SD, selezioni la scritta CONTATTI

-          poi clicchi sul tasto in basso dove viene rappresentato lo schermo del pc con una freccia

-          a questo punto le si apre una finestra di Windows dove le viene chiesto di selezionare la cartella di destinazione del file che sta trasferendo sul suo pc, ne scelga una , quella che preferisce, può crearla anche ad hoc

-          una volta ciccato questo tasto la schermata rimane la stessa, ma il file sono stati trasferiti sul pc

Può chiudere tutte le finestre e scollegare il Geosat 5

 

TRASFERIMENTO DATI

La procedura è piuttosto semplice; e’ sufficiente scaricare dal sito www.avmap.it , sezione

Assistenza -Downloads - selezioni il Geosat 6 corrispondente al suo modello specifico e scarichi

l’ultima versione disponbile della Geosat Suite( è un file compresso e deve essere estratto )

Questa è l’applicazione che permette sia di aggiornare il software, sia di ripristinare ed inserire

diversi linguaggi, inserire POI e gestire Tracce e Contatti. Una volta scaricata l’applicazione la deve installare, quindi clicchi sul file scaricato e vedrà che le si apre una procedura di installazione automatica.

Accendere il Geosat 6 posizionando lo switch in basso a sinistra su on, attendere il caricamento

della pagina e non appena viene visualizzata la pagina con le icone principali inserire il cavo USB

IMPORTANTISSIMO!!!!

Prima di aggiornare il navigatore SCOLLEGARE l'alimentazione. Un comportamento

diverso puo' DANNEGGIARE il ricevitore GPS in modo permanente.

Colleghi Il Geosat all’USB ed attenda che l’hardware venga riconosciuto.

Una volta collegato la schermata del Geosat cambiera’ , e mostrera’ la rappresentazione del

collegamento USB. Individui l’icona della Geosat Suite esegua un doppio click su di essa.

Una volta avviata la Geosat Suite selezionare AGGIUNGI CONTENUTI. -> selezionare CONTATTI sulla destra, cliccare su AGGUNGI  e selezionare la cartella dove prima ha destinato i contatti del Geosat 5 e

Dopo che il messaggio “traferimento dati eseguito” sarà comparso sullo schermo, e’ sufficiente

chiudere tutte le finestre, scollegare il navigatore ed accenderlo per verificare che nella lista contatti

sono presenti 

I nomi dei paesi devono essere inseriti in lingua originale. Qui a seguito l'elenco dei vari paesi Europei in lingua originale.

ITALIA             ITALIA

San Marino     SAN MARINO

Citta' del Vaticano  STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO

Albania             SHQIPËRIA

Andorra             ANDORRA

Austria             ÖSTERREICH

Belgio             BELGIË

Bosnia ed Erzegovina BOSNA I HERCEGOVINA

Bulgaria     BALGARIA

Bielorussia     BYELARUS'

Croazia             HRVATSKA

Estonia             EESTI

Macedonia     P. JUGOSLOVENSKA REPUB. MAKEDONIJA

Moldova             MOLDOVA

Montenegro     CRNA GORA

Romania             ROMÂNIA

Slovenia     SLOVENIJA

Serbia             SRBIJA

Svizzera     SCHWEIZ

Rep. Ceca     CESKÁ REPUBLIKA

Germania     DEUTSCHLAND

Danimarca     DANMARK

Finlandia     SUOMI

Francia             FRANCE

Gibilterra     GIBRALTAR

Grecia             ELLADA

Ungheria     MAGYARORSZÁG

Irlanda             IRELAND

Liechtenstein     LIECHTENSTEIN

Lituania     LIETUVA

Lussemburgo     LUXEMBOURG

Lettonia     LATVIJA

Malta             MALTA

Monaco             MONACO

Paesi Bassi     NEDERLAND

Norvegia     NORGE

Polonia             POLSKA

Russia             ROSSIYA

Slovacchia     SLOVENSKÁ REPUBLIKA

Svezia             SVERIGE

Turchia             TÜRKIYE

Ucraina             UKRAINA 

Regno Unito     UNITED KINGDOM

Portogallo     PORTUGAL

Spagna             ESPAÑA

Islanda             ÍSLAND

Kosovo             KOSOVË

 

 

Per eseguire una ricerca di un punto tramite coordinate,  potrebbe essere necessario cambiare il formato delle stesse all'interno del Geosat. Verificare prima il tipo di formato delle coordinate che si desidera inserire, e andare quindi a modificarlo in

Menu - Impostazioni - Preferenze Dispositivo - Formato Lat / Lon

Le opzioni possibili sono:

DDD.MM.SS ( Gradi primi secondi  es  45° 24' 35'' N )

DDD.MM.FFF ( Gradi primi,3 decimali di primi es. 45° 24,421' )

DDD.MM.FF ( Gradi primi,2 decimali di primi es 45° 24,42'  )

DDD.DDDDD ( Gradi, decimali di gradi  es 45,896782° ) Nota: questo formato è molto utilizzato

Certamente, al momento dell’acquisto è dotato di cartografia stradale dell’Italia ed inoltre è compatibile con tutte le mappe disponibili per i Geosat serie 5. Per maggiori info visita il nostro Shop on line

http://www.avmap.it/index.php?swt=0505&t=1

E' possibile interfacciare il proprio Geosat 5_4x4 / 4x4Wild ad un programma not freeshare come Ozi Explorer ed eseguire il trasferimento dei dati ( tracce e waypoints ) da Geosat a Ozi e viceversa.

Per collegare il Geosat al PC ed interfacciarlo ad Ozi e' necessario utilizzare il cavo Interfaccia Navigatore-PC e se necessario anche l'adattatore Seriale-USB. Entrambi gli accessori sono disponibili sul nostro shop.

IMPORTANTE: Affinche' i dati vengano correttamente trasferiti da geosat a Ozi e' necessario che sia gli waypoints che le tracce siano statesalvate in Gestione Files, al'interno del navigatore stesso ( Menu - Pag 3 - Gestione files ).

ATTENZIONE: comunicazione importante per chi utilizza il software versione 4x4: 


il nuovo software è stato modificato per permettere l'utilizzo del pulsante di reset parziale del trip master. Questa modifica però implica un cambiamento nella modalità di trasferimento dei waypoint da un programma di navigazione (tipo Ozi Explorer) al Geosat, per cui occorre eseguire questa procedura:

1) disabilitare le funzioni 4x4 
2) abilitare l'interfaccia NMEA 4800 (si trova in: menu pricinpale - configurazioni - preferenze utente - pagina 2: Interfaccia - NMEA 4800) 
3) eseguire il trasferimento

Nel trasferimento waypoint dal Geosat ad un programma di navigazione, invece si può eseguire la procedura standard senza alcuna modifica. )

 

 

In questo link inoltre puo' trovare utili informazioni per poter collegare Geosat 5 4x4/4x4 Wild ad Ozi Explorer e configurarlo.

http://download.avmap.it/downloads/G5_4x4-Ozi Explorer.pdf

Una modalita' alternativa e' quella che prevede l'utilizzo del GSUpdate.

GeosatUpdate è l’applicazione desktop che  ti consente di gestire le tracce, i punti di interesse, le immagini di benvenuto, le voci e altri contenuti del tuo GPS, sincronizzandoli in modo estremamente semplice sul dispositivo. Ma soprattutto, con GeosatUpdate puoi scaricare gratuitamente le ultime release del software per mantenere il tuo Gps AvMap di qualsiasi utente sempre perfettamente aggiornato.

Qualora ancora non disponiate di questo tool seguite il Video Istruzioni che potete trovare a questo link

http://www.avmap.it/index.php?swt=0303&cat=&ipr=398&fsrch=&fqid=1846#1846

Tramite GSUpdate e' possibile gestire ( esportare ed importare ) tracce in formato .plt ( formato utilizzato ad esempio da OziExplorer )

1. Avvia l’applicazione Geosat Update e cliccare su Gestione Tracce.
2. Nella finestra a sinistra compariranno le tracce registrate su Geosat 4x4; seleziona una traccia e poi clicca sull’icona Esporta su Ozi Explorer per salvare sul tuo PC la traccia in formato compatibile con Ozi Explorer. Per importare un traccia, nella stessa schermata clicca sull’icona Importa da Ozi Explorer e scegli sul PC il file della traccia che si desidera importare.
3. L’applicazione Geosat Update convertirà il file nel formato compatibile con Geosat 4x4 e la salverà all’interno della memoria SD.

E' possibile inoltre gestire ( importare ed esportare CONTATTI in formato GPX ) attraverso la funzione "Gestione contatti".

E' possibile, ad esempio, utilizzare Google Earth ( software freeshare e facilmente reperibile sul Web ) per creare tracce e contatti, salvare i files in formato .kml e convertirli informato GPX utilizzando un qualunque tool gratuito reperibile sul web ( AvMap consiglia GPS Babel ).

Viceversa e' possibile esportare i propri contatti in formato GPX tramite GSUpdate e visualizzarli direttamente su Google Earth.

IMPORTANTE: Prima di esportare i contatti e le tracce utilizzando GSUpdate e' necessario SALVARE i propri dati in Gestione File.

Stessa cosa per quanto riguarda l'importazione; dopo avere importato dei dati e' necessario ricaricare i dati trasferiti su Gestione Files. 

 

 

Come prima cosa verificare che il led sull'alimentatore 220V USB o sul cavo accendisigari sia accesso e funzionante.

Qualora il led sia correttamente acceso, il problema potrebbe derivare dallo stato di carica della batteria:

Se  la  batteria  è  completamente scarica, potrebbe essere necessario rimuoverla ed accendere il dispositivo collegandolo all’alimentazione esterna. 

Una  volta  che  l’unità  è  operativa, reinserire la batteria.

Per ottimizzare la ricezione dell’antenna GPS è consigliabile aprire  e  sollevare  lo  sportello  e  assicurarsi  che  sia posizionato il più possibile parallelo al cielo. Lo  stato  della  ricezione  è  visibile  su  tutte  le  pagine, compresa la mappa, tramite l’icona con il satellite. Tre barre verdi  indicano un’ottima  ricezione, mentre  l’icona con una barra  rossa  e  il  triangolo  con  il  segnale  di ATTENZIONE  indica che il segnale è assente.

Ogni waypoint aggiunto viene memorizzato nell'ultima posizione della lista. Per cambiare l'ordine dei waypoints, è sufficiente selezionare il waypoint che si vuole spostare e agire sulle frecce di lato.

E' possibile eliminare un waypoint selezionato con il tasto “Cancella” o l'intero Road Book con il tasto “Elimina Tutto”.

Il tasto “Info Complete” permette di visualizzare le informazioni sul punto selezionato: latitudine, longitudine, distanza e bearing dal waypoint precedente, informazioni utili per scegliere all'interno della lista il waypoint successivo verso il quale navigare.

Si può creare e salvare un solo Road Book per volta, contenente al massimo 20 waypoint.

Accedere al menù Funzioni 4x4 e scegliere Road Book.

Cliccare il tasto “Aggiungi nuovo” : si apre la cartella dei contatti, dato che si possono inserire nel Road Book SOLO waypoint e mark precedentemente memorizzati in una delle due cartelle MARK e WAYPOINTS.

Si deve inserire un punto alla volta, cliccando ogni volta “Aggiungi nuovo” e scegliendo il punto da una delle suddette cartelle.

Quando la lista è completa, selezionare il punto verso il quale si vuole navigare, che risulterà evidenziato, e cliccare su “VAI”. In presenza di segnale GPS valido, verrà visualizzate sulla mappa la linea congiungente la propria posizione con il punto scelto come destinazione e la spezzata che unisce tutti i punti inseriti, seguendo l'ordine di inserimento.

Quando si raggiunge il punto, cliccare su “STOP” per interrompere la rotta e mettere come destinazione il punto successivo.

L’EKP-IV  e’  dotato  di  uno  scompartimento  per  6  batterie  ricaricabili di tipo  AA ( stilo ).  
E’  posto  nella  parte posteriore  dell’unita’  sotto  il  cosciale  rimuovibile.  
L’unita’  fornisce  una  carica  di mantenimento alle batterie quando e’ collegata ad una fonte di alimentazione esterna ed e’accesa ( es. cavo accendisigari collegato al 12V del proprio velivolo )
 
 
TIPO DI BATTERIE UTILIZZABILI
 
Sono richieste batterie ricaricabili AA. Devono essere inserite solo una volta caricate completamente. 
Con batterie a piena carica  l’autonomia e’ di circa 2 ore (questa durata puo' variare in base alla condizione delle batterie, 
del contrasto e delle  impostazioni dello  schermo).
 
AvMap  consiglia  fortemente  l’uso di batterie AA NiMH e/o NiCd  
NON UTILIZZARE BATTERIE ALCALINE, possono danneggiare l’unita’ e invalidare la garanzia.
 
 
Perquanto riguarda invece le batterie AA AGLI IONI DI LITIO, non vi sono problemi nel loro utilizzo, PURCHE' NON VENGA ALIMENTATO IL NAVIGATORE.
 
Puo' utilizzare le batterie agli Ioni di Litio purche' ricaricate esternamente.
 

Sì, tutte quelle compatibili con i Geosat serie 5, per maggiori info visita il nostro Shop on line, sezione Mappe Terrestri

 

Nei navigatori AvMap sia il software di navigazione che i dati cartografici sono precaricati sulla memoria. L’aggiornamento software è però separato e distinto dall’aggiornamento dei dati cartografici.

Periodicamente, AvMap rende disponibile l’aggiornamento del software di navigazione, gratuitamente. L’aggiornamento software riguarda le funzioni di navigazione, le lingue per i messaggi di testo e messaggi vocali, i menu, gli elementi grafici, etc.

L’aggiornamento dei dati cartografici Tele Atlas è invece a pagamento. I dati aggiornati vengono rilasciati più volte l’anno da Tele Atlas e quindi implementati da AvMap. Quando si aggiorna la cartografia, si aggiornano dati quali: nomi delle strade, attributi e caratteristiche delle strade, sensi unici, rotonde, numeri civici, punti d’interesse, etc.
Gli aggiornamenti si acquistano sullo shop online di AvMap.

Geosend è il programma che permette di programmare le Compact Flash/Secure Digital  da 256 MB e 512 MB con la cartografia delle varie nazioni europee. Geosend consente di caricare una sola mappa sulla memory card. Per questo motivo non deve essere utilizzato con le Compact Flash AvMap da 1 GB o con le CF ed SD  AvMap da 2 GB. Infatti si cancellerebbe il file Europa senza possibilità di ricaricarlo successivamente. Geosend può essere sia su CD (due dischi che contengono le diverse mappe europee) che su DVD.

Per la prima generazione di Engibox ( model number UX0EMS00AM ) i sensori compatibili sono:
 
 
4 x INPUT Termocoppie (type K)

Applicazioni:
- Exhaust Gas Temperature (EGT) (2 tempi / 4 tempi)
- Cylinder Head Temperature (CHT) (2 tempi)
 
2 x INPUT Termoresistenze (PT-100)

Application:
- Air Temperature, Coolant Temperature (2 tempi)
- Temperatura Olio, Cylinder Head Temperature / Coolant Temperature (4 tempi)
 
1 x INPUT Oil Pressure pick-up (4-20 mA Rotax 456-180 o equivalente)

Range Misurazione: 0.75 to 10.75 bar
Applicazione: Pressione Olio (4 tempi)
 
1 x RPM pick-up

Range Misurazione: 100 to 9990 rpm

1 x INPUT Pressione Manifold

Range Misurazione: 200 to 2500 hPa
 
 
 
 
 
 
Per la seconda generation EngiBOX (model number UX0EMS10AM)  i sensori compatibili sono
 
 
4 x INPUT Termocoppie (type K and J)
 
Type K Rotax P/N: 966370
Type J Rotaz P/N: NA
 
Applicazioni
- Exhaust Gas Temperature (EGT) (2 tempi / 4 tempi)
- Cylinder Head Temperature (CHT) (2 tempi)
 
 
 
2 x INPUT Termoresistenze (PT-100 and NTC)
 
NTC Rotax P/N:    965530 and 965531
PT-100 Rotax P/N: 966385
 
Applicazioni
- Air Temperature, Coolant Temperature (2 tempi)
- Temperatura Olio, Cylinder Head Temperature / Coolant Temperature (4 tempi)
 
 
 
 
1 x INPUT Oil Pressure pick-up (4-20 mA Rotax 456-180 or equivalent and VDO resistive 10 bar/150 psi)
 
Keller 4-20 mA Rotax P/N: 456180
VDO resistive Rotax P/N: 956357  /  956415
 
 
Range Misurazione: 0 to 10 bar / 0 to 150 psi
Applicazione: Pressione Olio (4 tempi)
 
 
1 x RPM pick-up

Range Misurazione: 0 to 9990 rpm
 
 
 
1 x INPUT Manifold Pressure

Range Misurazione: 0 to 70 inHG





 
 
Nota:  Le termocoppie e la pressione Manifold possono essere usati in parallelo con altri strumenti.
 
ATTENZIONE: Le termocoppie, i PT-100, sensore pressione OLIO,  non devono essere riferiti/collegati a massa (GND) or power negativo esterno.

Le Termoresistence (OIL T, CHT, CT, AIR T) e Pressione Olio NON possono essere usati in parallelo con altri strumenti di misurazione.
 
 
ALIMENTAZIONE
Il range di alimentazione consentita per l'Engibox è 10-35V. Per evitare corto-circuiti collegare il cavo rosso power + al fusibile da 1A che si trova all'interno della scatola.
 
 
Connessione seriale:
L'EngiBOX ha una porta per connessione seriale RS232 per potersi interfacciare ad un dispositivo esterno.
Nota: Il software attuale (v.1.1.0R) non supporta attualmente la connessione seriale in/out. 
Wires safety
 
 
 
 
 
 
 

Come prima cosa è necessario controllare se si tratta di un sensore compatibile con Engibox.

La prima generazione di Engibox (model number UX0EMS00AM) è compatibile con il sensore Keller 4-20mA (Rotax P/N: 456180), che ha un range di misurazione da 0 a 10 bar ( 0-150 psi)

La seconda generazione Engibox (model number UX0EMS10AM) è compatibile con i sensori Keller 4-20mA (Rotax P/N: 456180) e VDO (Rotax P/N 956357 /  956415 ) o equivalenti, entrambi con un range di misurazione da 0 a 10 bar (0-150 psi).

 

Dopo avere eseguito I collegamenti con l’Engibox, se si sta usando un EngiBOX seconda generazione (model number UX0EMS10AM), è necessario verificare che lo switch sul retro della unit sia settato nella posizione corretta:

Posizione “ON” ( “2” ) se si sta usando un sensore keller 4-20mA,

Posizione “OFF” (“1”) se si sta usando un sensore VDO

(consultare anche pagina 10 del manuale)

Nota: Lo switch non è presente nelle EngiBOX di prima generazione, che sono compatibili solo con sensore keller 4-20mA

 

Dopo l’istallazione è possibile settare il sensore istallato nel menu interno dell’EngiBOX.

E’ possibile eseguire questo settaggio in Menu – Impostazioni – Sensori ( Keller 4-20mA o VDO )

Il corretto settaggio del sensore è necessario per il corretto funzionamento della unit.

Valori non stabili della pressione OLIO possono essere causati anche da un falso contatto del cavo del sensore sull’Engibox.

È importante utilizzare il sistema di blocco dei cavi per fissare insieme tutti i cavi collegati all'EngiBOX (come mostrato in figura 7 a pag. 11 del manuale)

Il sistema di blocco dei cavi assicura che gli stessi non siano soggetti a vibrazioni e conseguenti problemi di connessione ed interruzioni sulla lettura dei valori.

Per verificare se il cavo del sensore è collegato correttamente all’EngiBOX, provare a tirare il cavo dalla parte dell’EngiBOX stessa. Se il cavo rimane fissato alla unit (e non viene sfilato via), allora significa che è collegato correttamente.

IMPORTANTE: Il sensore OIL P non può essere usato in parallel con altri strumenti. Connettere il sensore pressione olio solamente all’EngiBOX.

IMPORTANTE: Utilizzare sensori compatibili sugli altri parametric ( OIL T, CHT ot CT, EGT ), può generare una errata lettura dei valori per la pressione olio. Assicurarsi che i sensori istallati siano quelli specificati nel manuale d’uso.

 

Verificare quindi che le termoresistenze (OIL T, CHT/CT) e le termocoppie (EGT) utilizzate siano corrette e compatibili
(per verificare la compatibilità consultare la FAQ: "Quali sono i sensori compatibili con Engibox?")

Il problema è causato dalle fluttuazioni della massa rispetto all'alimentazione. 
E' possibile risolvere questo problema ed arginare tali fluttuazioni applicando un condensatore da 1000µF tra il Power+ ed il Power- della board.
In questo caso può esservi della ruggine sul sensore oppure il sensore stesso potrebbe non essere allineato. Se necessario provare a pulirlo e riallinearlo. Verificare inoltre che il cavo del pick-up non sia adiacente agli altri cavi pickup ed ai cavi di accensione. In questo caso è necessario distanziarlo bene dagli altri cavi.

Nel caso il problema fosse ancora presente applicare una resistenza da 330 ohm in parallelo tra il cavo bianco del techimetro ed il GND.

I motori Rotax 912 hanno una bobina dedicate al conteggio dei giri motore. Tale bobina ha in uscita due cavi.

-          Collegare quindi il cavo bianco all’RPM+ dell’Engibox

-          Collegare l’altro cavo all’RPM- dell’Engibox

• 2 tempi raffreddamento ad aria: Rotax 447 UL SCDI, Rotax 503 UL DCDI
• 2 tempi raffredamento a liquido: Rotax 582 UL DCDI, Rotax 618 UL DCDI
• 4 tempi raffredamento a liquido: Rotax 912 DCDI series, Rotax 912S DCDI series, Rotax 914 DCDI series

Questi motori sono preconfigurati in EngiBOX, è sufficiente selezionare il modello di motore nella procedura di inizializzazione. La procedura è necessaria per accoppiare il motore all'EngiBOX. 

EngiBOX has diverse porte e sensori che possono essere occupati a seconda del motore utilizzato.
E’ possibile utilizzare l’ingresso RPM EngiBOX in parallelo con un altro strumento di misurazione dei giri motore, a seconda delle caratteristiche dello strumento. EngiBOX infatti applica un carico di 100 ohm su RPM. Verificare che l’altro strumento sia in grado di misurare correttamente i giri motore con un carico di 100 ohm applicato tra ingresso RPM e terra dello strumento.
No. L’Engibox supporta solo termocoppie NON riferite a massa ( UNGROUNDED ).

Per questo test è necessario utilizzare un tester digitale e settare in "modalità continuità" (per settare questa modalità muovore il selettore del tester sul simbolo dell' "altoparlante").

Per verificare che il tester sia in modalità continuità, toccare i morsetti rosso e nero del tester tra di loro e verificare che il tester emetta un "beep". A questo punto smontare la termocoppia, il test va fatto con la termocoppia scollegata dal motore (ovvero tale verifica va fatta su banco).

Toccare, con uno dei morsetti del tester, la parte metalica dei fili della termocoppia. Con l'altro morsetto del tester toccare la sezione della termocoppia che va a contatto con il motore.

Se il tester misura una continuità elettrica verrà emesso un "beep", ed in questo caso la termocoppia è Grounded e quindi NON compatibile.

Se non viene emesso alcun beep allora la termocoppia è NOT GROUNDED e risulta quindi compatibile.

Nel caso in cui le termocoppie siano riferite a massa (Grounded), non è detto che le stesse diano valori errati. E’ molto probabile invece che generino errori e valori non stabili nelle misurazioni effettuate sugli altri sensori (RPM, OIL P, OIL T, CHT )

L'ultima versione software per l'Engibox è la 1.1.0R. Se il software è precedente alla versione 1.1.0R contattare [email protected] e richiedere le istruzioni per aggiornare la propria unità. Nella richiesta specificare il model number dell'EngiBOX, il numero di serie e la versione software attualmente istallata sull'unità.
(per verificare la versione software istallata visitare la FAQ
"Come posso verificare la versione software della mia EngiBOX?"

previous 1234567 of 8next
Assistenza

GARANZIA

I Navigatori AvMap sono garantiti 2 anni dalla data di acquisto.

 


Hai bisogno di Assistenza per
il tuo navigatore AvMap?


1.   Registra il tuo Navigatore

2.   Leggi la Sezione FAQ Domande Frequenti

3.   Se non trovi la risposta che cercavi, scrivici compilando la richiesta di assistenza oppure chiama il nostro Call Center allo 0585 784044

4.   Il Servizio di Assistenza risponderà prontamente.  Se necessario, ti verrà inviato un codice di riparazione ‘RMA’ con le istruzioni per spedire il navigatore in riparazione.

5.   Potrai controllare in ogni momento lo stato della tua riparazione.